Home-Il Circolo delle Arti - Angri

Home-Il Circolo delle Arti - Angri

   Non sono i posti che fanno le persone, piuttosto sono le persone che fanno i posti...

La cultura non è un prodotto che si può distribuire come fosse un bene di consumo;
non esistono fabbriche che la producono né negozi che ne vendono;
non ci sono rappresentanti né cataloghi da cui scegliere quella più di moda.
La cultura è un bisogno personale.
Leggere, visitare una mostra o un museo, perdersi tra le note musicali e le coreografie di un balletto,
restare rapiti da un monologo a teatro, apprezzare una canzone e chi la interpreta, questo secondo me è cultura.
Arricchire se stessi attingendo alle peculiari capacità intrinseche in ognuno di noi (perché ogni ?essere umano? ha in se il seme dell?arte), questo è cultura.
Quindi la cultura non si ?fa? piuttosto la si rende disponibile,
e la vera scommessa per una neonata associazione culturale è come rendere ?fruibile? tutto ciò che è arte e cultura a quante più persone possibile.
Il Circolo delle Arti si pone questo obiettivo, portare arte e cultura ovunque vi sia la possibilità.



Carmine Lanzieri Battaglia


IV Ecloga

dalle Bucoliche di Virgilio

SICELIDES MUSAE, PAULO MAIORA CANAMUS:
NON OMNIS IUVANT ARBUSTA HUMILESQUE MYRICAE;
SI CANAMUS SILVAS, SILVAE SINT CONSULE DIGNE

O Muse siciliane, cantiamo un tono più su:
gli arbusti e le umili tamerici (ovvero le cose semplici) non giovano a tutti;
se cantiamo di selve, siano selve degne di un console.